02.95384218     info@sincron-sistemi.it

NetSync Monitor

Uno dei vantaggi di utilizzare il PTPv2 è la possibilità di monitorare in tempo reale l'offset dei nodi. Scopri cosa puoi fare utilizzando le funzionalità NetSync Monitor incluse nei prodotti Meinberg IEEE1588.

I vantaggi nel monitoraggio dei nodi PTP sono svariati. Tra i principali:

- Monitoraggio dei ritardi dei nodi PTP e verifica del rispetto di soglie preimpostate dall'utente

- Rapida identificazione di problemi di rete e intervento tempestivo

- Compliance a normative in atto

- Salvataggio rapporti e log per ragioni di audit verso clienti

- Estrapolazione ed elaborazione dei dati attraverso piattaforme terze parti per visualizzazione statistiche dei singoli nodi su lunghi periodi

Vediamo di seguito quali sono le possibilità.

Salvataggio dei file: WEB interface

Per memorizzare i dati di ogni nodo monitorato su un server esterno può essere utilizzato uno script Linux che viene richiamato dopo ogni misurazione di un nodo. Con questo meccanismo è possibile copiare i dati misurati attraverso il comando 'rsync' su un server esterno. Questo script può essere editato direttamente dall’interfaccia WEB:

rsync -e "ssh -i /etc/ssh/ssh_host_rsa_key" -rv /var/log/time_mon/current_data/* ip_of_other_server:/stats/client_name/

Salvataggio dei file: scripting avanzato

In alternativa è possibile creare uno script custom per gestire delle impostazioni in modo avanzato o in maniera personalizzata (es: per copiare solo alcune cartelle o file oppure per includere file di configurazione al backup) e aggiungerlo nei job da eseguire giornalmente.

Esempio:

/etc/cron.d/custom

00 03 * * * root /flash/my_scripts/Save_FTP_script

Lo script verrà eseguito ogni giorno alle ore 03.00

Report - Scostamenti e Offset

Per quanto riguarda il Sync monitoring è possibile visualizzare ed esportare dei report in formato PDF. Il report include lo stato corrente dei dati, le configurazioni di monitoring e una statistica dei valori misurati.

Cattura5.PNG

 

Inoltre una copia dei Log del sync monitoring può essere salvata via FTP o SCP esportando i dati relativi a ogni singolo Slave. Ogni file di dati ha un formato preciso:

  1. 1. MJD: Modified Julian Date
  2. 2. seconds time past midnight
  3. 3. time stamp (ISO from MJD and time past midnight)
  4. 4. measured clock offset raw
  5. 5. clock offset median (NTP) or reported offset from PTP node
  6. 6. path delay
  7. 7. NTP stratum or PTP state

Di seguito un esempio di come è formattato il file PTP che può essere esportato e conservato.

# Day Sec Julian_day_time Meas_offset Report_offs Path_delay Port_state

57838 00007 2017-03-26T00:00:07+00:00 -0.000000129 -0.000000053 0.000007667 9

57838 00075 2017-03-26T00:01:15+00:00 -0.000000155 0.000000098 0.000007612 9

57838 00141 2017-03-26T00:02:21+00:00 0.000000032 -0.000000075 0.000007677 9

57838 00207 2017-03-26T00:03:27+00:00 0.000000015 -0.000000015 0.000007629 9

Allarmistica

Per quanto riguarda i cambi di stato è possibile abilitare una serie di allarmi dalla sezione Notification dell’interfaccia web.

Cattura.PNG

Nello specifico se vengono rilevate delle modifiche di stato del PTP possono essere attivate delle traps SNMP o innescate automaticamente email di notifica.

Cattura1.PNG

In questo modo sarà possibile intercettare cambiamenti di stato delle schede precision time protocol (HPS100) rilevando i cambiamenti di stato di tutte le interfacce PTP (vedi esempio fig. sotto).

Cattura2.PNG

NOTA: tra gli stati che la scheda PTP può assumere i principali sono: Master, Slave, Monitoring, Listening, Uncalibrated, Disabled.

ISCRIVITI PER RICEVERE NOVITÁ E OFFERTE SPECIALI